INIZIO DI NUOVA INTIFADA?

Si parla di inizio di nuova intifada da quando il presidente palestinese ha dichiarato di avere rotto qualsiasi trattativa col governo israeliano da quando Israele  ha confermato la ferma decisione che non rimuoverà i metal detector ed anzi ha installato delle telecamere all’ingresso della Spianata delle Moschee e ne ha aggiunte altre alle diverse porte della città vecchia, provocando ulteriori ulteriormente  proteste da parte dei palestinesi , sia per assumerne il controllo ella zona che per realizzare la temuta divisione di al-Aqsa in due, sul modello della Moschea di Abramo a Hebron. In tal maniera la moschea di Al-Aqsa diviene linea rossa per un popolo che si vede schiacciato, soprattutto a Gerusalemme, dove da decenni è in corso un lento ma continuo tentativo di cacciare la popolazione araba che non ha, nei fatti, alcuna autorità sulla città santa, considerata dall’Onu e le sue risoluzioni “città internazionale”.

Quindi a Gerusalemme proseguono le proteste: i fedeli musulmani continuano a protestare per l’uso ritenuto illecito e indiscriminato  dei metal detector. Continuano gli scontri, che hanno già provocato cinque morti tra i manifestanti palestinesi e tre vittime israeliane. .42 i palestinesi detenuti ieri, tra cui un parlamentare di Hamas, Omar Mahmoud Omar, a Salfit, due ragazze di 16 anni del quartiere di Silwan, a Gerusalemme est, e un anziano di 75 anni.

Anche i coloni stanno, dopo l’omicidio da parte di un palestinese di tre israeliani nella colonia di Halamish, nel centro della Cisgiordania – identificati come Yosef Solomon, 70 anni, e due dei suoi figli, Chaya, 46, e Elad, 36 , stanno protestato  bloccando la strada al traffico palestinese e chiedendo al governo israeliano l’approvazione di nuove costruzioni . Proteste anche in altre colonie nella zona di Ramallah, Hebron e Nablus, dove le marce dei coloni si sono tradotte in aggressioni contro le auto palestinesi che transitano.

Intanto dalla Striscia di Gaza hanno lanciato un missile in direzione TelAviv…disintegratosi in volo e4 questo potrebbe segnare una nuova offensiva da parte di Israele contro la popolazione gazawi, come da copione !

Oggi il Consiglio di Sicurezza dell’Onu terrà un incontro di emergenza, dopo le dichiarazioni del segretario generale Onu Guterres che ha chiesto a Israele un’inchiesta indipendente sull’uccisione di manifestanti palestinesi e quelle del Quartetto che sabato hanno fatto appello alla calma. È prevista invece per mercoledì la riunione della Lega Araba: “Gerusalemme è una linea rossa che arabi e musulmani non permetteranno sia passata – ha detto ieri il presidente Ahmed Aboul Gheit – Israele sta giocando con il fuoco e rischia di far esplodere una crisi con i mondi arabo e musulmano”.

GERUSALEMME. VENERDI’ DI SANGUE

 

I commenti sono chiusi.