EBREI FAMOSI CONTRO ISRAELE

Come il governo nazista non rappresentava tutti tedeschi, il governo israeliano e i suoi leader sionisti non rappresentano affatto gli ebrei. La nascita del movimento sionista e dello stato d’Israele venne finanziata dai grandi banchieri (Rothschild in primis) che si riunirono nel 1897 a Basilea. Il sionismo è una creatura dei poteri forti e non certo la vera espressione del popolo ebraico.

C’è una lunga serie, tra figure di spicco ebree, che si oppongono allo stato di Israele e che hanno scelto, come Isaac Asimov, di non essere sioniste:

IL 9 AGOSTO 2014, 150 000 persone hanno manifestato, a Londra, in solidarietà con il popolo di Gaza vittima di un assalto barbaro da parte di Israele, che uccise più di 2000 persone innocenti, la maggior parte civili, dei quali  più di 500 bambini.

Numerosi gruppi ebraici si unirono alla marcia per dimostrare la loro opposizione allo Stato di Israele, che per 66 anni ha continuamente rubato la terra palestinese e ha imposto l’occupazione più brutale e l’assedio più feroce ai palestinesi. Questi ebrei urlarono “non nel mio nome” incluso, il gruppo ebraico della Rete Internazionale di Ebrei Anti-Sionisti e i Movimenti  Ebraici per la giustizia per i Palestinesi e contro la guerra a Gaza.

Questi manifestanti ebrei facevano parte di una lunga e onorata tradizione. Molte figure di spicco ebree, nel secolo scorso, da Albert Einstein al sopravvissuto all’Olocausto, Primo Levi,  si sono opposti all’idea di uno Stato Israeliano .

sigmund_freudSigmund Freud:
“Ammetto con dolore che il fanatismo senza fondamento del nostro popolo è in parte da biasimare per il risveglio della diffidenza araba. Non posso accettare un’idea che trasforma un pezzo di  muro erodiano in una reliquia nazionale, offendendo così i sentimenti del popolo indigeno”

albert_einsteinAlbert Einstein:
“L’idea di Stato di (Israele) non è sentito dal mio cuore. Non riesco a capire il motivo per cui è necessario, essendo collegato a molte difficoltà ed è sintomo di una ristrettezza di vedute. Credo che sia una cattiva idea .”

erich fromErich Fromm:
“L’affermazione degli ebrei in Terra di Israele non può essere una pretesa politica realistica. Se tutte le nazioni rivendicherebbero improvvisamente i territori in cui i loro antenati hanno vissuto duemila anni fa, questo mondo sarebbe un manicomio. ”

Pprimo_levirimo Levi, scrittore e sopravvissuto ad Auschwitz:”Ognuno ha i propri ebrei. Per gli israeliani essi sono i palestinesi.”

 

Marmarek edelmanek Edelman, ultimo leader superstite del 1943 nella rivolta di Varsavia, ha scritto una lettera a sostegno della Resistenza Palestinese, paragonandola ai ZOB, (combattenti ebrei a Varsavia). Ha aperto il discorso dicendo: “le operazioni delle forze armate in Palestina, sono operazioni paramilitari e partigiane , tutti i soldati delle organizzazioni che lottano Palestina fanno resistenza.”

Isaacisaac_asimov Asimov, scrittore:
“Mi trovo nella strana posizione di non essere un sionista … penso che sia sbagliato per chiunque sentire che c’è qualcosa di speciale in qualsiasi eredità di qualsiasi tipo. E ‘delizioso appartenere alla razza umana ed esistere in mille varietà, perché questo suscita un maggiore interesse, ma non appena un varietà  pensa per essere più importante di un’altra, vengono poste le basi per la loro distruzione. ”

hannah_arendtHannah Arendt, politologo:
“Il guaio è che il sionismo ha spesso pensato e detto che il male dell’antisemitismo era necessario per il bene del popolo ebraico. Nelle parole di un noto sionista in una lettera inviatami ecco l’argomentazione sionista originale: ‘Gli antisemiti vogliono sbarazzarsi degli ebrei, lo Stato ebraico li vuole riunire , una partita perfetta.’ ”

isidor stoneIsidor Feinstein Stone, giornalista statunitense:
“Israele sta creando una sorta di schizofrenia morale dell’ebraismo mondiale. Nel mondo esterno il benessere della comunità ebraica dipende dal mantenimento di secolari, non razziali, società pluraliste. In Israele, l’ebraismo si ritrova a difendere una società in cui  i matrimoni misti non possono essere legalizzati, in cui l’ideale è razziale ed esclusionista. ”

noam_chomskyNoam Chomsky:
“Nei Territori Occupati, ciò che Israele sta facendo è molto peggiore dell’apartheid. Se per apartheid si intende quella come in Sudafrica. Ciò che sta accadendo nei territori occupati è molto peggio! ”

gabriel kolkoGabriel Kolko, uno dei maggiori storici sulla guerra moderna:
“La grande maggioranza degli israeliani non sono affatto ebraici in senso culturale, sono scarsamente socialisti in ogni senso, e la vita quotidiana e il modo di vivere non è diverso in Israele di quanto non sia a Chicago o Amsterdam. Semplicemente non c’è alcuna ragione razionale che giustifica la creazione dello stato. ”

miriam margolyesMiriam Margolyes, attrice:
“I neri sudafricani hanno chiesto il nostro sostegno e ora sono i palestinesi che chiedono il nostro sostegno. Odio quello che Israele sta facendo ai palestinesi. Penso che il boicottaggio è un modo molto attivo e non violento di protestare. ”

uri avneyUri Avnery, ex ufficiale dell’esercito israeliano:
Avnery ha scritto che dopo una vittoria militare israeliana, “Che sarà scottato nella coscienza del mondo, sarà l’immagine di Israele come un mostro di sangue, pronti in qualsiasi momento a commettere crimini di guerra e non è disposta a rispettare tutti i vincoli morali . ”

henry_siegmanHenry Siegman, rabbino e direttore del Progetto USA / Medio Oriente:
“Israele ha varcato la soglia come ‘l’unica democrazia del Medio Oriente’ e come l’unico regime di apartheid nel mondo occidentale”.

 

Richard Cohen, giornalista Stati Uniti:
“Il più grande errore che Israele potrebbe fare in questo momento è quello di dimenticare che Israele è di per sé un errore … l’idea di creare una nazione di ebrei europei in una zona di arabi musulmani (e alcuni cristiani) ha prodotto un secolo di guerre e terrorismo come stiamo vedendo. Israele combatte Hezbollah nel nord e Hamas nel sud, ma il suo nemico più temibile è la storia stessa. ”

roseanne barrRoseanne Barr, Stati Uniti comica, scrittrice, regista, candidata alla presidenza:
“Sono stufa di Israele e sono stufa di sionisti. Essi sono appoggiati dai cristiani evangelici che non  aspettano altro che gli arabi  vengano uccisi in modo che il loro dio della guerra genocida che essi chiamano Gesù può tornare “.

michael_learnerMichael Lerner, rabbino e direttore di Tikkun Magazine:
“Se un Ebreo oggi va in ogni sinagoga negli Stati Uniti o in tutto il mondo e dice: ‘Io non credo in Dio  e non seguo i comandamenti’ la maggior parte saranno ancora benvenuti, ma dicendo : “non condivido lo Stato di Israele”, si rischia di essere etichettato come un anti-Ebreo che odia la propria razza o come antisemita, disprezzato e respinto”

richard-falkRichard Falk, ex relatore speciale delle Nazioni Unite per i diritti umani nei Territori palestinesi occupati, ha definito la politica israeliana nei territori occupati “un crimine contro l’umanità”. Falk ha inoltre paragonato il trattamento riservato da Israele ai palestinesi uguale al trattamento nazista contro gli ebrei. Falk ha detto: “Penso che i palestinesi siano le persone più vittime nel mondo.”

moni-ovadiaMoni Ovadia, l’attore e scrittore . Essendo ebreo anch’io, per dovere di onestà intellettuale è giusto che dichiari la mia posizione perché essa è tutt’altro che neutrale. Sostengo con piena adesione i diritti del popolo Palestinese, non contro Israele, ma perché il loro riconoscimento è, a mio parere, precondizione per ogni trattativa che porti alla pace.

ettera a The Guardian 15 Agosto 2014

Come sopravvissuti ebrei e discendenti dei sopravvissuti delle vittime del genocidio nazista, noi condanniamo in modo inequivocabile il massacro dei palestinesi a Gaza e l’attuale occupazione e la colonizzazione della Palestina storica. Condanniamo ulteriormente  gli Stati Uniti per avere fornito fondi ad Israele  per effettuare l’attacco, e in generale gli stati occidentali, per avere protetto Israele dalla condanna, perchè il Genocidio inizia col silenzio del mondo.

Siamo allarmati per l’estrema, disumanizzazione razzista dei palestinesi nella società israeliana, che ha raggiunto la punta massima. I politici e gli esperti di Israele di Jerusalem  hanno chiesto apertamente di genocidio dei palestinesi e gli israeliani di destra stanno adottando propagande neo-nazista.

Inoltre, stiamo disgustati e indignati dall’ abuso di Elie Wiese per avere promulgato falsità palesi utilizzate per giustificare l’ingiustificabile: il grande attacco di Israele con l’intento di distruggere Gaza e l’assassinio di circa 2.000 palestinesi, tra cui centinaia di bambini. Nulla può giustificare il bombardamento dei rifugi delle Nazioni Unite , delle case, degli ospedali e delle università. Nulla può giustificare privare le persone dell’ energia elettrica e dell’acqua.

Dobbiamo alzare la voce  e usare la nostra forza collettiva per porre fine a tutte le forme di razzismo, compreso il genocidio in corso del popolo palestinese. Chiediamo la fine immediata del blocco di Gaza. Chiediamo il pieno boicottaggio economico, culturale e accademico di Israele. “Mai più” deve significare “Mai più per nessuno”.

Hajo Meyer superstite di Auschwitz; nei Paesi Bassi, Henri Wajnblumsurvivor e figlio di una vittima di Auschwitz da Lodz, in Polonia; Belgio, Norbert Hirschhorn profughi per genocidio nazista e nipote di tre persone che sono morte nella Shoah; Londra, Suzanne Weiss sopravvissuta in clandestinità, in Francia, la cui madre è morta ad Auschwitz; Canada, Felicia e Moshe Langersurvivors dalla Germania, Moshe sopravvissuti in cinque campi di concentramento, i cui membri della famiglia sono stati sterminati; Germania, Michael Rice superstite bambino, figlio e nipote di superstite; negli Stati Uniti 30 ebrei sopravvissuti al genocidio nazista e 260 fra  figli, nipoti, pronipoti e altri parenti dei sopravvissuti

5 thoughts on “EBREI FAMOSI CONTRO ISRAELE

    • Mike59 il said:

      Dove l’hai letto l’odio per Israele, distrattone, forse nella tua mania di persecuzione?
      Nei testi sopra è citato una sola volta e contro “quello che Israele sta facendo ai palestinesi”, non contro Israele in assoluto, controlla , si fa [ctrl+F].
      Quelli sopra sono Ebrei, capisci, E B R E I mentre tu sei un superficiale, come quelli che da 70 anni stanno causando dolore e morte ad innocenti del tuo Popolo.
      Cari saluti e viva gli Ebrei saggi

  1. ag lotti il said:

    Allora tutti quegli ebrei che hanno parlato male dello stato di Israele sono degli idioti? Prima di parlare leggi cosa hanno detto …E poi vergognarti … Anche quelli sono ora sono pericolosi terroristi?

Lascia un commento

*